SEO Tool: gestire i redirect 301 direttamente dal referral

SEO Tool: gestire i redirect 301 direttamente dal referral

by admin febbraio 10, 2018

Cosa faresti se ti accorgessi che il tuo sito sito riceve tonnellate di link spam?

 

E’ ovviamente una situazione preoccupante che spesso apre scenari che riguardano la Negative SEO (un incubo purtroppo ricorrente fra gli addetti al settore) perchè rischia di vanificare tutto il lavoro svolto, e tra l’altro in tempi abbastanza brevi…

Spesso molti ricorrono al tool di google per la richiesta di rimozione di questi link ma a dirla onestamente accade questo:

  • il tool può, se non usato correttamente, generare danni addirittura maggiori.
  • i tempi sono molto lunghi

Allora quale soluzione può essere adottata per evitare penalizzazioni e tornare ad avere un sito web con un profilo backlink pulito?

Esistono in rete diverse guide al riguardo scritte in maniera egregia da tanti colleghi che affrontano la questione utilizzando i redirect 301 per uscire da penalizzazioni (anzi alcuni consigliano due redirect) in maniera più veloce permettendo così un recupero quasi totale dell’autorità del dominio e in tempi molto brevi (15 giorni).

In questo post voglio mostrarvi e avviare un test specifico su questa tecnica che permette il recupero e il trasferimento dell’autorità di un sito web ad un altro utilizzando un semplice plugin per WordPress che ho sviluppato e che puoi scaricare gratuitamente.

JS Referral redirect – plugin WordPress per gestire i redirect 301 direttamente dai Referral

Facciamo un esempio pratico utilizzando un dominio appositamente recuperato, pieno di link spam di varia natura ma che ha al suo attivo anche un considerevole numero di backlink da domini decenti. Il dominio prescelto è: www.rossimacchineagricolesrl.it

Come è facile notare dalle immagini successive il dominio ha “una marea” di link spammosi classici, dalle “pillole blu” al “xxx” difficilissimi da gestire con il Disavow di Goole, insomma è in condizioni disatrose…

Presenta però anche una notevole quantità di BL da siti italiani piuttosto decenti come azionecattolica.it, kataweb. Regione Calabria, un vero peccato perdere questa authority, anche perchè complessivamente stiamo parlando di ben 302 domini linkanti.

Overview Ahrefs

Link spam rilevati da Ahrefs

Di tutto e di più come scritto in precedenza, Russia, Asia etc., insomma non gli manca nulla!

Ma sono presenti anche ben 392 domini italiani interessanti come da immagine successiva, sempre rilevata usando Ahrefs:

Google disavow tool o redirect 301?

Chiaro che gestire una situazione del genere con lo strumento rimozione url di google impiega da una parte un lavoro corposo e dall’altra tempi veramente lunghi prima che sia possibile un recupero effettivo! Cosa possiamo fare allora per risolvere in tempi più rapidi e conservare il profilo migliore dei backlink?

Gestire i Redirect 301 dei soli domini “positivi” verso un nuovo dominio pulito

ok ma come farlo in maniera graduale e senza scrivere righe su righe di funzioni htaccess sul sito principale?

Mi sono trovato ad affrontare in passato una situazione del genere e non è stato piacevole, per cui mi sono riproposto di sviluppare un plugin per WordPress che desse la possibilità di gestire i redirect dai singoli domini di provenienza in html tramite i meta, il plugin in questione si chiama JS Referral Redirect, piccolo, semplice e funzionale.

Cosa possiamo dunque fare con questo Tool SEO?

Semplice: filtriamo tutti i domini interessanti e ne gestiamo singolarmente il redirect su un nuovo dominio pulito!

Il primo step:

Il dominio di partenza è www.rossimacchineagricolesrl.it, in questo caso è un sito specifico o “verticale” come si dice in gergo, l’area di interesse sono le macchine agricole, magari anche ricambi o assistenza. Acquistiamo un nuovo dominio sul quale punteremo i redirect, tenendo come punto fermo il brand e settore, ad esempio potremmo acquistare uno di questi:

  • rossimacchineagricole.it
  • rossimacchinesrl.it
  • macchineagricolerossi.it

Secondo step:

  • Installiamo e attiviamo su www.rossimacchineagricolesrl.it il plugin JS Referral Redirect
  • Esportiamo in un file excell la lista dei backlink
  • Filtriamo i domini con estensione IT (i domini “positivi” cioè che ci interessano)
  • usando il plugin reindirizziamo sul nuovo dominio (nel mio caso ho preferito www.rossinews.it)

Questa la schermata base di uno dei redirect, in cui chiedo che TUTTI i Backlink provenienti da azionecattolica.it siano reindirizzati su www.rossinews.it

E così via per tutti i domini che ci interessano!

Semplice e veloce!

Qualcuno sicuramente obietterà che questa operazione possa apparire scorretta agli occhi di Big G, ma non credo che questo potrà mai accadere se si resta nel campo verticale di interesse e di connessione al brand (come ho scritto in precedenza).

Scenario n.2

Altri possibili utilizzi del plugin per gestire i redirect 301?

Private blog Network

Le Pbn funzionano eccome!

Ma in campo pratico è molto difficile e costoso riuscire a recuperare o acquistare domini con profili importanti, spesso ci si deve accontentare di siti dropped o no, scaduti da poco e con BL spammosi come nel caso del dominio preso come esempio in questo post. Usando questo sistema e i domini scaduti che hanno particolari caratteristiche è possibile invece recuperarne l’Authority.

Social Shares

1 Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *